ISOLA DEL GIGLIO | TEMPO LIBERO | ALLOGGIARE | INFO UTILE
giglio home giglio sitemap giglio italiano giglio english giglio deutsch
Vigneto Giglio header gallery graphic idg
 

Vini e Gastronomia all'Isola del Giglio

Prodotti Tipci & Acqua

Antonio Pasticceria Forno "Di Cristina"
Antonio di Crisitina produce, oltre al pane e alla pizza al taglio (buonissima), anche specialità dolciarie come gli Stinchi di Morto, i biscottini al sesamo e la superba torta di ricotta e cioccolato.
Giglio Campese e Porto, Tel. 0564 804145

Panficato da Fausto Pasticceria "Da Fausto"
Pietro Pellegrini ha recuperato ricette di antichi dolci gigliesi: il Panficato, gli Gnocchetti e il Tozzetto.
Via Umberto I, Giglio Porto Tel. 0564 809170
 

Pesce Isola del Giglio Pesce
Non sorprendetevi se all'Isola del Giglio non trovate una pescheria. L'unico peschereccio dell'Isola vende il suo pescato ai ristoranti e nel tardo pomeriggio dall'apetta a Giglio Porto. A farne le veci nel periodo estivo ci sono dei camioncini che passano nella prima mattina al Porto e al Castello.

Macelleria Giglio Carne
La Macelleria Stefanini offre carne genuina e propone come sua specialità le salsicce gigliesi. Inoltre si possono acquistare sia prodotti biologici che quelli locali, dal vino al miele. Giglio Castello accanto alla chiesa, T: 0564 806071

Sorgente Giglio Castello Acqua Sorgiva
L'acqua corrente all'Isola del Giglio viene fornita dagli impianti di desalinizzazione (e dalle navi cisterne) per cui non è potabile. Una buona alternativa all'acqua in bottiglia è la fontana dell'Isola del Giglio (Sorgente Acqua Selvaggia) che si trova a Giglio Castello (prima di arrivare alla piazza centrale sulla destra dove c'è l'indicazione del parcheggio e dove sono ubicati i vecchi lavatoi).




Il Vino Ansonaco

Vigneto Il vino dell'isola viene coltivato nei minuscoli terrazzamenti a picco sul mare dell'Isola del Giglio fin dai tempi antichi. Viene prodotto con un 90% di uva autoctona Ansonica cui viene aggiunto un 10% di Biancone, Moscatello, Malvasia e Procanico. I sistemi di coltivazione sono gli stessi di duemila anni fa e la vinificazione viene effettuata senza aggiunta di stabilizzatori o filtrazioni (in questo vino c'è solo uva!) - si racconta che in alcune cantine viene addirittura pigiata ancora con i piedi!

Mentre la produzione al Giglio un tempo era abbondantissima e esisteva una florida esportazione, con l'arrivo del turismo è stata abbandonata non solo l'agricoltura ma anche la viticoltura. Oggi solo pochissimi persone all'Isola del Giglio curano i loro piccoli vigneti, dove produce vino per il proprio fabbisogno.

Per assaggiare il vero vino dell'Isola del Giglio o comprarne una bottiglia troverete al Giglio Castello alcune  cantine in cui degustare il genuino e autentico vino dell'Isola del Giglio. Per esempio, la cantina di Gioacchino, che si trova vicino al Ristorante da Santi in Via Volta o quella di Giuseppe Danei, in Via Bianchi.

Palmento I Palmenti
I vigneti sono sparsi sui versanti terrazzati dell'Isola del Giglio dove spiccano le curiose costruzioni dei palmenti (costruiti nei secoli 1500 - 1700), strutture di modeste dimensioni destinate alla pigiatura dell'uva. All'interno di una sorta di edicola in muratura si trovano uno o più vasche, non di rado scolpite direttamente negli affioramenti di granito. Nella prima viniva pigiata con i piedi l'uva, nella seconda, posta più in basso e collegato mediante un foro detto cucchione , si raccoglieva il mosto. Attraverso un secondo foro, posto nel punto pià basso del palmento, si procedveva al recupero del liquido in otri in pelle di capra che poi venivano con l'asino portato nelle cantine. Questo sistema risparmiava ai contadini il trasporto dell'uva fino al paese, consentendo loro di ricavare il mosto in prossimità dei punti di vendemmia.

Ansonica Costa dell'Argentario D.O.C.

L'Ansonica Costa dell'Argentario è un vino bianco dal colore giallo paglierino, più o meno intenso, e viene prodotto nelle zone collinari, pedecollinari e insulari della parte meridionale della Provincia di Grosseto ed in particolare nei territori dei Comuni di Manciano, Orbetello e Capalbio e nell'intera area dei comuni dell'Isola del Giglio e di Monte Argentario con le uve di Ansonica ed eventualmente con quelle di altri vitigni raccomandati o autorizzati (massimo 15%). Ha un odere caratteristico, leggeremente fruttato, sapore asciutto, mobido, vivace e armonico. Gradazione minima: 11,5%. (vedi anche il Disciplinare di Produzione)

Altri Vini D.O.C. delle terre adiacenti all'Isola del Giglio


cartina vini maremma




 
 
lingue » italiano | inglese | tedesco
 
© 2014 Isola del Giglio Informazioni Turistici