Veduta Isola di Giannutri dalla barca

Isola di Giannutri - Arcipelago Toscano

Dinnanzi al promontorio di Monte Argentario, sorge la più meridionale delle isole dell'arcipelago toscano: l'isola di Giannutri con la sua forma inconfondibile di una mezzaluna. Amministrativamente fa parte del comune di Isola del Giglio (Provincia di Grosseto).

È la più meridionale dell'Arcipelago Toscano e si trova a circa 8 miglia a sud-est del Giglio e di circa 6 miglia a sud-ovest del Monte Argentario. Lunga circa 3 chilometri e larga poco più di 500 metri ha una costa frastagliata e rocciosa con una unica spiaggetta che si trova nella Cala Maestra. Il punto più elevato è il Poggio Capel Rosso di 88 metri sul livello del mare; ha una superficie di 260 ettari e uno sviluppo costiero di circa 11 chilometri.

Giannutri è un paradiso piccolo senza macchine (e strade) e senza grande strutture ricettive. L'isola è in gran parte di proprietà privata e nonostante le ville che spuntano tra Cala Maestra e Cala dello Spalmatoio, la bassa macchia mediterranea regna ancora con i suoi colori e profumi.

Meta di passo per una miriade di uccelli che raggiungono l'Europa per nidificare, è la terra d'elezione per il rondone pallido ed è colonizzata sulle coste dai numeriosi gabbiani reali. La natura calcarea e l'eccezionale trasparenza dell'acqua, la straordinaria diversità biologica e la presenza di relitti, rendono unici questi fondali, richiamando ogni anno migliaia di subacquei.

Nell'area nord ovest si trova il sito archeologico che conserva i resti della Villa Romana costruita tra il I e il II secolo d.C. dalla famiglia dei Domizi Enobarbi, la stirpe cui appartaneva anche Nerone. Con la riapertura nel 2015 il sito è nuovamente visitabile.

Storia di Giannutri e Siti Archeologici

L'isola di Giannutri fu di sicuro già abitata nella preistoria come testimoniano i numerosi ritrovamenti di armi e utensili e fu frequentata da Etruschi e Romani. Giacciono ancora sui fondali di questo tratto di mare alcuni relitti di navi mercantili, testimoni di antichi traffici marittimi.

I romani, probabilmente appartenenti alla famiglia dei Domizi Enobarbi, hanno anche lasciato in eredità all'isola i resti di un antico porto alla Cala dello Spalmatoio e una villa mozzafiato costruita in località Cala Maestra nella prima metà del II secolo d.C.

Top Links

Cartina Arcipelago Toscano

Cartina Arcipelago Toscano con Isola di Giannutri

Scheda Isola di Giannutri

  • Superficie: 2.62 km²
  • Sviluppo Costiero: 11 km
  • Lunghezza: 2,5 km
  • Larghezza: 500 metri
  • Altezza Massima: 88 metri
    (Poggio Capel Rosso)
  • Comune: Isola del Giglio
  • Provincia: Grosseto
  • Abitanti: circa 20 persone durante la stagione invernale
  • Più info: www.wikipedia.org

Isola dei Gabbiani

L'appellativo di Isola dei Gabbiani, frequentemente usato per Giannutri, si riferisce alla presenza di una consistente colonia di gabbiani reali meditteraneo (Larus Michaellis), che si distingue dagli altri gabbiani reali per la colorazione della zampe, gialle anziché rosate.

Villa Romana

Isola di Giannutri Villa Romana

La Villa Domizia copriva una superficie di circa 5 ettari di terreno e aveva un'enorme terrazza accessibile direttamente dal mare tramite una scalinata. Dagli scavi effettuati sono venuti alla luce resti di pavimenti decorati con marmi di delicata fattura e con mosaici in bianco e nero. Il complesso comprendeva gli alloggi della famiglia imperiale, dove tre saloni dovevano essere addirittura provvisti di impianto di riscaldamento, quartieri per gli schiavi, terme, annessi. E' ancora oggi ben visibile il sistema di condutture e cisterne che distribuiva in tutta l'isola l'acqua piovana raccolta, o quella importata dal continente.

Il complesso fu edificato tra il 90 e il 100 d.C., per iniziativa della casa imperiale, in cui erano confluite le proprietà dei Domizi Enobarbi, la famiglia di Nerone. I resti delle molte strutture occupano la zona centro-occidentale dell'Isola, su una vasta area del litorale tra Punta Scaletta (nucleo residenziale) e Cala Maestra, con l'approdo principale. Un secondo approdo era a Cala Spalmatoio, nella parte opposta dell'isola.

Il Nucleo Residenziale

La villa vera e propria (A) era edificata su un lieve pendio digradante a mare con locali e terrazze su livelli sfalsati. Poco dietro il nucleo principale si trovano i resti di un edificio con diverse stanze detto "Conventacci" (B). Lungo il viale che univa la villa al porto (oggi era privata inaccessibile) si trovano i resti di alcuni ambienti di uso incerto (C; D; E), delle terme (F) e di altre strutture che un tempo costituivano l'ingresso alla villa (G).

Il Nucleo Portuale

A Cala Maestra sorgevano alcuni strutture funzionali all'approdo, come gli edifici detti "Le stanze" (H; I), l'esedra monumentale costruita sulla scogliera (L), la darsena (M), la cisterna (N) e un edificio tronco-piramidale (O) di funzione incerta. Più a sud si trova la cetaria per la produzione di pesce conservato (P).

Visite al Sito Archeologico

Dal 2015 il sito è nuovamente aperto ai visitatori con le guide del parco. Da giugno a settembre le guide accompagnano i visitatori nel percorso archeologico in turni di massimo 25 persone. Il costo del biglietto di ingresso è di EUR 8 a persona. Nel periodo di bassa stagione il sito è visitabile su prenotazione da gruppi di massimo 25 persone con il pagamento di un biglietto forfettario di € 200 a gruppo.

Isola di Giannutri Visita Guidata Villa Romana

Per informazioni e prenotazioni contattare l'ufficio Info Park del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano:
Tel.: +39 0565 908231
E-mail: info@parcoarcipelago.info.

Parco Marino Isola di Giannutri

L'Isola di Giannutri fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano ed è stata dichiarata Parco Marino ed è quindi particolarmente protetta e controllata dalle autorità:

Nella Zone 1 fino a 1 chilometro dalla costa è vietata la pesca, la navigazione, l'accesso, la sosta, l'ancoraggio e l'immersione.

Nella Zone 2 la pesca è regolamentata dall'Ente Parco. Principalmente è proibita la pesca e la caccia subacquea. Ai residenti è consentita la pesca sportiva con la canna e la lenza, mentre per i non residenti è necessaria l'autorizzazione dell'autorità marittima.

È consentito l'attracco di barche a motore e la permanenza in rada per la notte nelle aree di Cala Maestra e di Cala Spalmatoio.

Visitare Giannutri

L’isola di Giannutri è raggiungibile con un ora di navigazione partendo da Porto Santo Stefano con un collegamento di linea della compagnia di navigazione Maregiglio. I collegamenti marittimi sono ridotti durante l’inverno e più frequente durante la stagione estiva, con partenza e rientro in giornata. (vedi orari in fondo o orario e prenotazione online).

Inoltre vengono offerte escursioni giornaliere e mini crociere da Porto Santo Stefano e Castiglione della Pescaia. Le minicrociere possono essere utilizzate anche come semplice navetta quando avanzano posti.

Lo sbarco avviene generalmente alla cala dello Spalmatoio, alcune volte, secondo il vento, la nave può attraccare alla cala Maestra. Nella cala Maestra si trova l'unica spiaggetta dell'isola dove è possibile fare il bagno, il resto della costa si presenta roccioso e di difficile accesso al mare.

L'isola invita ad avventurarsi per i sentieri immersi nella densa vegetazione a macchia mediterranea che però è consentito solo con l'accompagnamento di una Guida Ambientale. L'unico percorso libero è quello tra Cala Maestra e Cala dello Spalmataio. Su prenotazione si può visitare la Villa Romana. Nella piazzetta del piccolo "vilaggio" vicino alla Cala Maestra si trovano un ristorante e un piccolo alimentari.

Orario Traghetti per Giannutri

Si consiglia di controllare sempre gli orari online in quanto sono soggetti a variazioni.

Traghetti per Giannutri, Orari e Tariffe

Informazioni Utile

Contatti Parco

Logo Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Ufficio Portoferraio, Località Enfola
Tel. +39 0565 919411
E-mail: parco@islepark.it
Pec: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Dove Mangiare

La Taverna del Gran Duca

Unico ristorante dell'Isola, specialità di pesce.
Cala Maestra
Tel. +39 338 4684020 (Franco)

Altri Siti

Sito con informazioni turistiche:
» web.tiscali.it/giannutri
Articoli
» Robinson Giannutri
» Isola dei Divieti