Vista Giglio Porto dal Traghetto

Maregiglio Condizioni Trasporti

Regolamento per il Trasporto di Passeggeri, Autoveicoli e Bagaglio a Seguito.

Collegamento da e per Isola del Giglio e Giannutri della società Maregiglio.

Il trasporto di passeggeri e degli autoveicoli su mezzi nautici della Società è disciplinato dalle seguenti norme, che si intendono integralmente conosciute ed accettate all’atto dell’acquisto del biglietto di passaggio, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1341 del C.C..Il regolamento può essere consultato presso i Comandi di Bordo, le Biglietterie e gli Uffici della Società.

PART. 1 BIGLIETTI DI PASSAGGIO
Ogni passeggero deve munirsi, per viaggiare sui mezzi nautici della Società, di regolare biglietto di passaggio, rilasciato dalle Biglietterie Sociali. Il biglietto è personale e non è cedibile ad altri; deve essere conservato per l’intera durata del viaggio ed esibito ad ogni eventuale richiesta del personale di bordo o di funzionari della Società addetti al controllo. Il passeggero sprovvisto di biglietto o con un biglietto non conforme (per tipologia, trasportato o tariffa applicata) sarà tenuto al pagamento dell’intero importo del biglietto, a tariffa ordinaria e per l’intero percorso, più una soprattassa pari all’importo del biglietto di cui sopra. Solo in casi eccezionali, e ove previsto, sarà possibile acquistare il biglietto a bordo, previa comunicazione al personale addetto all’imbarco, e in ogni modo a tariffa ordinaria intera. Alla consegna del biglietto il cliente è tenuto a verificare che tutti i dati corrispondano alla sua richiesta. La Maregiglio non si assume alcuna responsabilità per errori od omissioni segnalate successivamente.

ART. 2 VALIDITA’ DEL BIGLIETTO
Il biglietto di passaggio acquistato vale per i soli viaggi in esso indicati (data e orario di partenza).

ART. 3 CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE - ACQUISTO DEL BIGLIETTO
Le prenotazioni per i viaggi da P.S.Stefano per l’Isola del Giglio e ritorno devono essere convertite in biglietto alla biglietteria di Porto S. Stefano almeno 40 minuti prima della partenza. Le prenotazioni per i soli viaggi di ritorno da Isola del Giglio per P.S.Stefano devono essere convertite in biglietto alla biglietteria di Isola del Giglio almeno 2 giorni prima della partenza. In difetto di ciò le prenotazioni decadranno.

ART. 4 RIMBORSI – SOPPRESSIONE DELLA PARTENZA
I biglietti emessi sono annullabili e, di conseguenza rimborsabili, solo nei seguenti casi: a) se la corsa per cui il biglietto è stato emesso non viene espletata per qualsivoglia motivo;
b) se la corsa per cui il biglietto è stato emesso viene effettuata ma con ritardo superiore ad un’ora.
Nei casi di cui sopra, null’altro spetta al passeggero che il rimborso del biglietto pagato,senza possibilità di ulteriori rivendicazioni o pretese di sorta. L’eventuale rimborso del biglietto può avvenire, di norma, presso la biglietteria che lo ha emesso, oppure può richiedersi con lettera raccomandata direttamente alla società, allegando alla richiesta l’originale, completo in ogni sua parte, del biglietto non utilizzato.

ART. 5 RIMBORSI – RINUNCIA DEL PASSEGGERO
Il passeggero che rinuncia al viaggio può chiedere il rimborso del biglietto acquistato consegnandolo prima della partenza in originale alla biglietteria emittente completo in tutte le sue parti. Il rimborso del biglietto è soggetto alle seguenti penali :
25 % per passaggi disdetti fino a dieci giorni prima della partenza della nave;
50 % per passaggi disdetti da 10 giorni fino a 1 giorno prima della partenza della nave;
100 % per passaggi disdetti meno di 1 giorno prima della partenza della nave e per i biglietti acquistati nello stesso giorno della data di partenza.
I diritti di prenotazione non sono mai rimborsabili. Ove il passeggero, per motivi alla società non imputabili, non si presenti alla partenza, non verrà riconosciuto alcun rimborso.

ART. 6 RITARDATA PARTENZA O MAGGIOR DURATA DEL VIAGGIO
In caso di ritardo non superiore ad un’ora dalla partenza, o di maggior durata del viaggio intrapreso, o anche se per motivi tecnici o cause di forza maggiore lo sbarco debba avvenire su scalo diverso da quello di destino nessun rimborso o indennizzo compete al passeggero.

ART. 7 PRESENTAZIONE ALL’IMBARCO
I passeggeri devono presentarsi all’imbarco almeno 20 minuti prima dell’orario di partenza. Gli autoveicoli devono presentarsi almeno 30 minuti prima. In difetto di ciò non sarà garantito l’imbarco anche se il veicolo o il passeggero risultassero in regola con i documenti d’imbarco.

ART. 8 SMARRIMENTO O FURTO DEL BIGLIETTO
In caso di smarrimento o furto del biglietto non verrà rilasciato alcun duplicato e pertanto il biglietto va riacquistato.

ART. 9 TARIFFE DI TRASPORTO
Le tariffe di trasporto sono quelle del tariffario in vigore presso la società al momento del passaggio marittimo. Detto tariffario è consultabile, a richiesta dell’interessato, presso le Biglietterie sociali, i Comandi di bordo, gli Uffici della Società. Tutte le tariffe sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso, per cui passeggeri in possesso di titoli di viaggi validi ma a tariffa pregressa, saranno tenuti a versare presso le biglietterie sociali, il relativo importo per differenza. Per l’applicazione di eventuali agevolazioni tariffarie si fa riferimento alle disposizioni in merito emanate, per i vari casi, dalla società.

ART. 10 FATTURE
I biglietti non hanno valore di fattura. Gli interessati ad ottenerla devono fare esplicita richiesta all’atto dell’acquisto del biglietto, comunicando i propri dati anagrafici e fiscali ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. 633 e successive modifiche.

ART. 11 ORARI
Gli orari di partenza e di arrivo sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso.

ART. 12 DISPOSIZIONI DI BORDO AVVISI
Dal momento dell’imbarco fino allo sbarco, il passeggero è tenuto ad uniformarsi alle disposizioni impartite dal Comando di Bordo ed a quelle notificate tramite avvisi affissi nei vari locali del mezzo nautico. La società non risponde di eventuali danni al passeggero per mancata osservanza di tali avvisi o disposizioni. Oltre al rispetto dei divieti e delle disposizioni, il passeggero deve aver cura di se stesso ed è tenuto a prestare attenzione negli spostamenti a bordo trovandosi in ambiente estraneo. Il passeggero è obbligato a tenere un comportamento tale da non recare danno o fastidio agi altri viaggiatori od al personale di bordo, o che addirittura pregiudichi la sicurezza della navigazione. Deve inoltre consegnare al Comandante della nave le armi che eventualmente porti con sé , per ritirarle solo al momento dello sbarco.

ART. 13 BAGAGLIO
Ciascun passeggero può portare a bordo un unico capo di bagaglio avente dimensione massime pari 60 x 40 x 20 e peso non superiore a 10 kg. contenente effetti personali. Per i capi di bagaglio aggiuntivi e per i bagagli eccedenti in dimensioni e/o peso dianzi riportate saranno applicate tariffe maggiorate le cui entità sono determinate in proporzione all’ingombro e al peso del bagaglio in eccesso o al numero di bagagli aggiuntivi. La società armatrice o il comando di bordo possono a loro discrezione rifiutare l’imbarco di bagagli il cui ingombro o il cui peso costituiscano impedimento per una buona navigazione. È fatto comunque divieto di inserire nel bagaglio materie infiammabili o, comunque, pericolose, merce di contrabbando, lettere o plichi soggetti a tassa postale. Dell’inosservanza dei sopraindicati divieti i passeggeri sono responsabili nei confronti delle Autorità competenti e della Società stessa, che si riserva ogni azione di rivalsa per multe, ammende o danni nei quali dovesse, per dette inosservanze, incorrere. Il passeggero è comunque tenuto alla custodia del bagaglio, per tutta la traversata e fino al momento dello sbarco. La società non risponde di perdite, danneggiamenti, o eventuali furti del bagaglio trasportato e di quanto in esso contenuto. Il bagaglio, comunque, non può essere sistemato sulle poltrone o sui sedili a bordo.

ART. 14 ANIMALI DOMESTICI
È consentito, sulle unità sociali, il trasporto di piccoli animali domestici in gabbie o al guinzaglio o, comunque, in condizioni tali da non poter arrecare agli altri viaggiatori danno o disagio alcuno. Gli animali comunque non possono aver accesso ai saloni, i cani devono portare la museruola.

ART. 15 VEICOLI AL SEGUITO
Su navi della società i veicoli possono viaggiare solo al seguito di passeggeri. Per il trasporto di veicoli come per i passeggeri il biglietto vale per il solo viaggio in esso indicato. Le lunghezze dei veicoli sono da considerarsi fuori tutto, compresi ganci traino, timoni o altro. I possessori di veicoli commerciali,camper e carrelli devono presentarsi con il relativo libretto di circolazione al momento dell’acquisto del biglietto. È vietato l’imbarco di veicoli che trasportino merci infiammabili, pericolose o nocive, o che eccedano i limiti di peso e le dimensioni ammissibili per la nave adibita. È obbligatorio dichiarare alla biglietteria ed all’imbarco eventuale alimentazione a gas liquido. Veicoli non conformi per dimensioni, alimentazione o trasportato, a quanto dichiarato perdono il diritto all’imbarco. L’imbarco e lo sbarco del veicolo avviene a cura e sotto la responsabilità diretta del Conducente, e senza altri passeggeri a bordo. La società non risponde di eventuali danni al veicolo o alle persone durante le operazioni di imbarco e sbarco derivanti dall’inosservanza delle disposizioni del bordo o del presente regolamento. L’ordine di imbarco e di sbarco compete esclusivamente al Comando di Bordo. Il veicolo imbarcato deve essere lasciato in garage, aperto e con la chiave di accessione inserita nel cruscotto. È vietato ai passeggeri l’accesso al garage durante la traversata e nel corso delle operazioni di ormeggio e disormeggio della nave. Anche ai sensi degli art. 435 cod. nav., eventuali danni ai veicoli o qualsiasi altro evento dannoso avvenuto a bordo delle nostre navi devono essere dichiarati prima dello sbarco. Allo scopo il passeggero deve presentare denuncia al Comandante della nave.

ART. 16 RECLAMI
Eventuali reclami o lamentele possono essere rivolte al Comando di Bordo o agli Uffici della società. Eventuali denunce di danni subiti o di infortuni vanno invece immediatamente notificate al Comandante della nave.

ART. 17 AUTORITA’ DEL COMANDANTE
Tutte le persone a bordo sono soggette all’autorità del Comandante della nave, al quale è attribuito il potere disciplinare previsto dalla Legge /art. 186, 1104 e 1129 del Codice della Navigazione.

ART. 18 NORMATIVA DI LEGGE
Per tutto quanto non contemplato dal presente Regolamento si fa riferimento alla normativa del Codice di Navigazione. Il presente documento sostituisce ed annulla tutti i precedenti.

Isola del Giglio 30 Ottobre 2008
MAREGIGLIO SRL

Info Viaggio

Orari Traghetti PDF

Orari Traghetti per Isola del Giglio da Porto Santo Stefano » Visualizza orari traghetti come PDF

Ti potrebbero anche interessare…